Chiamaci allo 0445.521144 e scrivici a info@nextindustry.net

Che cos’é il SEO e come può aiutare a migliorare la visibilità del proprio sito su Google.

Che cos’é il SEO e come può aiutare a migliorare la visibilità del proprio sito su Google.

Che cos’è il SEO?

Search engine optimisation (ottimizzazione del motore di ricerca) o SEO si riferisce al processo di miglioramento della posizione assunta dal proprio sito nei risultati di ricerca forniti da siti come Google.

Come regola generale, i siti che appaiono ai primi posti nella lista di risultati riceveranno un traffico maggiore, e potenzialmente più affari. Il vostro obiettivo è di raggiungere la prima pagina e, idealmente, la prima posizione, ma se questo sia fattibile dipende dal mercato nel quale si opera. Se si è nel campo dei telefoni cellulari o dei viaggi, si combatterà una battaglia persa in partenza a meno che non si sia disposti a spendere una cifra considerevole; comunque, se si offre un prodotto o un servizio di nicchia in una specifica area geografica, si ha delle buone possibilità di arrivare almeno in prima pagina, se si è pazienti e si seguono questi principi di base.

Un contenuto ricco di parole chiave

Uno degli strumenti chiave che i motori di ricerca come Google e Bing impiegano per determina la vostra posizione sono gli spiders (ragni): sono dei pezzi di software che strisciano nel web in maniera automatica e metodica; sfogliano e curiosano nel vostro sito per identificare l’attuale copia scritta nella pgina, insieme a caratteristiche come l’uso di parole e frasi chiave. Queste informazioni vengono poi usate per determinare la rilevanza del proprio sito quando un utente immette una parola o una frase chiave nella barra di ricerca di Google, Bing o altri motori di ricerca.

Tenendo conto di questo, si deve considerare la abitudini nella ricerca del pubblico di riferimento, ed assicurarsi che i termini che potrebbero usare per trovare la vostra azienda si riflettano nel vostro sito. Per esempio, se si offre un servizio di fisioterapia, il contenuto del proprio sito dovrebbe includere parole o frasi che le persone potrebbero cercare, come “massaggio”, o problemi specifici “dolore nella zona lombare”. É necessario ricordarsi che gli spiders non possono riconoscere il testo contenuto nelle immagini, rendendo opportuno riconsiderare il design della propria pagina web.

Un strumento utile e gratis per individuare le parole chiave è Google AdWords: é strutturato per aiutare potenziali inserzionisti ad identificare le parole chiave più rilevanti per il mercato in cui operano, ma che si rivela molto utile mentre si sta scrivendo il contenuto del proprio sito.

Dopo che si sono individuate le opportune parole chiave, è necessario assicurarsi che appaiano nel “corpo” del proprio sito, oltre che nel metadata (informazioni che si trovano nell’html di una pagina), che è ciò che fornisce agli spiders dati sulla propria pagina. Lo si può fare da soli, con un po’ di conoscenza dell’html e l’accesso al server, oppure si può delegare al web designer.

Collegamenti

PageRank è un numero da 1 a 10 che viene dato al proprio sito basandosi sui collegamenti in entrata e in uscita, ed aiuta i motori di ricerca a verificare quanto affidabile sia un sito. I collegamenti tra i siti permettono al link juice (letteralmente “succo del link”; si intende l’energia o l’equità passato ad un sito tramite fonti esterne o interne) di venire trasportato: quindi, se il proprio sito è collegato ad un altro sito con un buon punteggio PageRank, il link juice scorrerà verso il prorio sito, migliorandone la posizione.

Mentre non si può, generalmente, controllare i link di entrata al proprio sito (e Google disapprova dei generatori di collegamenti e altri modi artificiali), ci sono alcuni passi che possono essere intrapresi per migliorare il proprio punteggio su PageRank: assicurarsi che il proprio sito sia collegato ai social media, soprattutto Google+, e cercare di entrare nelle liste delle directory gratis come DMOZ o directory pertinenti al proprio mercato.

I collegamenti esterni ed interni sono cruciali: sia che si menzioni un sito o una fonte, è necessario che includano un riferimento e un hyperlink. per quanto riguarda i link interni, creare meticolosamente dei collegamenti aumenterà il tempo speso dagli spiders nel proprio sito. Potrebbe essere necessario ricostruire la struttura del menu, o inserire dei collegamenti a fondo pagina, che assicurerà che ogni pagina sul proprio sito abbia un collegamento a tutte le altre.

Per determinare il punteggio PageRank del proprio sito, si può scaricare un’estensione come PageRank Status per Google Chrome.

Mantenere il sito aggiornato

Il ritmo a cui gli spiders dei motori di ricerca ricercano nei siti è determinato in parte da quanto frequentemente cambia il contenuto delle pagine. Tenendo presente ciò, si potrebbe cercare di cambiare mensilmente il testo, le immagini, di aggiungere o rimuovere pagine, per assicurarsi che i contenuti siano aggiornati regolarmente.

Alternativamente, create un blog sul vostro sito e dedicateci del tempo ogni giorno (o settimana) per scrivere o curare del contenuto che sia rilevante al mercato di riferimento. Questo può sembrare oneroso e scoraggiante, ma una volta che ci si fa l’abitudine diventa una seconda natura e non dovrebbe portar via più di una mezz’ora al giorno. Per il materiale di riferimento, che dovrebbe essere sempre creditato, si può usare Google Alerts per tenersi aggiornati sul materiale online che è pertinente alle parole chiave.

Mantenersi aggiornati con il SEO

Gli algoritmi usati da Google e Microsoft per determinare l’ordine dei loro risultati sono soggetti a leggere modifiche e miglioramenti in modo da fornire risultati sempre più accurati: questo porta il SEO ad essere un’occupazione sempre in movimento e richiede di essere sempre al passo. È improbabile che i suggerimenti sopra elencati cambino in maniera significativa, dato che sono le caratteristiche chiave del proprio posto in classifica.

Se hai qualche dubbio o cerchi qualcuno che ti segua professionalmente in questo percorso, noi siamo qui per questo!

Scrivici i tuoi dubbi!