Chiamaci allo 0445.521144 e scrivici a info@nextindustry.net

10 cose delle confezioni dei prodotti di bellezza che i consumatori odiano

10 cose delle confezioni dei prodotti di bellezza che i consumatori odiano

Anche se non tutti amano sentire delle critiche costruttive, è chiaro come si possa migliorare dopo una critica gentile – inclusi i marchi di prodotti di bellezza. Queste critiche possono beneficiare un settore in particolare: la confezione.

Denise Herich, cofondatrice di The Benchmarking Co., ha chiesto ad un gruppo femminile di elencare le proprie fisime riguardo ai prodotti di bellezza e spiegarne il motivo.

 

1- La piccola quantità inutilizzata di prodotto nella bottiglia, nel barattolo o nel tubetto

Il 70% delle consumatrici ammette che la confezione che le costringe a buttar via del prodotto è tra gli aspetti più frustranti delle confezioni dei prodotti di bellezza. Barattoli variopinti e decorati possono attirare la nostra attenzione, ma quello che assicura la fedeltà della cliente sono i benefici e i risultati. Fate in modo che la confezione permetta di usare il prodotto fino all’ultima goccia e il gioco è fatto.

2- Distributori che permettono al prodotto di colare, formando una crosta solida

Più del 51% delle consumatrici sostiene che questo è uno degli aspetti più frustranti: perdere della costosa crema da viso non significa solo dover tenere sempre pulita la confezione, ma anche una riduzione del prodotto da poter usare.

3- La bottiglia, il distributore o il tubetto sono difficili da usare

É necessario che le confezioni, per quanto innovative e dal design accattivante, siano testate con le consumatrici effettive. Se i distributori sono difficili da premere, o il barattolo troppo grande da tenere con una sola mano, o il tubetto realizzato con una plastica dura da schiacciare, si rischia che il consumatore sia frustrato.

images

4- Non includere istruzioni o direzioni riguardo all’uso del prodotto

Sembra una cosa ovvia, invece molti marchi non includono le istruzioni per l’uso sulla confezione. Oggigiorno le donne sono impegnate e non hanno tempo da perdere per cercare di capire come usare il prodotto in questione.

5- Non riuscire a capire quando il prodotto sta per finire

Il problema dell’oscuramento del prodotto per l’opacità della confezione è un tasto dolente per i consumatori. Che quest’oscurità sia causata dalla plastica o vetro colorati o dal piazzamento poco efficace di un’etichetta, rimane comunque un aspetto frustrante.

6- Elementi fragili

La fragilità della confezione è un grosso problema: data la moltitudine di modi in cui il consumatore può interagire con un prodotto, realizzare una possibilità che sia esteticamente piacevole e comoda è un’ottima soluzione.

images-2

7- Parti che non sono facili da usare

Notizia vecchia: i consumatori non vogliono prodotti difficili da aprire. Tappi troppo stretti diventano una fonte di frustrazione per chi li usa: rendere i propri prodotti difficili da aprire è un modo sicuro per non avere più clienti.

8- Testo difficile da leggere

Se i consumatori fanno fatica a leggere il nome del prodotto o del marchio stesso, non saranno invogliati a comprarlo; dovrebbero tendere verso il vostro prodotto perché la confezione è facile da leggere e da usare.

9- La confezione non è ermetica o si sporca facilmente

Più del 22% dei consumatori di prodotti di bellezza affermano di essere perplessi che la confezione non sia ermetica o si sporca con facilità. É un fatto da tenere in mente, specialmente per i prodotti per la cura della pelle.

10- La confezione principale non è riciclabile

Il 13% delle consumatrici sostiene che sia un problema il fatto che una confezione non possa essere riciclata.

 

Fonte per l’articolo su Packaging Digest.